×

HOW TO SHOP

1 Login or create new account.
2 Review your order.
3 Payment & FREE shipment

If you still have problems, please let us know, by sending an email to support@website.com . Thank you!

SHOWROOM HOURS

Mon-Fri 9:00AM - 6:00AM
Sat - 9:00AM-5:00PM
Sundays by appointment only!

Advertising

10 – 11 – 12 settembre 2021, in questo fine settimana la macchina del tempo ha fatto fare a Porretta Terme un salto di novant’anni. Una trentina di equipaggi, con auto affascinanti, hanno fatto rivivere l’atmosfera che si respirava nei gloriosi anni trenta, quando lungo le strade dell’Appennino sfrecciavano Nuvolari, Ferrari, Morandi, Maserati e gli altri eroici piloti che hanno reso mitico il Circuito delle tre provincie.

   Venerdi i partecipanti sono stati accolti al Teatro Testoni dove si è svolto           l’ interessante convegno “Coppa Porretta, quando correndo si mangiava la polvere” durante il quale il Presidente della Commissione manifestazioni dell’ASI, Luca Manneschi e la giovane Irene Patisso hanno ricreato l’atmosfera dell’epoca attraverso la lettura di un emozionante racconto.

Domenico Giacchini, Vice presidente dell’ANGET (Associazione Nazionale Genieri e Trasmettitori) ha impressionato la platea ripercorrendo la storia delle comunicazioni e spiegando come gli uomini del Genio trasmissioni resero possibile il collegamento in tempo reale di tutte le postazioni di cronometristi e commissari lungo i 128 Km del percorso mediante grande dispiego di uomini e mezzi.

L’intervento conclusivo del Dott. Luca Manneschi ha riguardato la storia della misurazione del tempo, con diretto riferimento all’evoluzione del cronometraggio nelle competizioni.

Dopo la teoria, si è passati alla pratica, ed ecco che sabato mattina, auto e piloti si sono presentati alla partenza, in Via Mazzini, ora come allora, tra due ali di pubblico festante. Alle 9.15 il Sindaco di Alto Reno Terme, Giuseppe Nanni, ha dato il via al primo equipaggio, Luca Antonino, sulla FIAT Tipo 1 Sport del 1908 che è partito per ripercorrere il tracciato originario del Circuito.

Ognuna delle auto aveva una storia da raccontare, un vissuto importante, ben raccontati dai proprietari che le hanno condotte salendo in Toscana attraverso i castagneti, i faggeti e le abetaie, fino a raggiungere il passo dell’Abetone. Dopo la sosta ristoratrice, rinfrescati da una leggera pioggia, scesa quasi esclusivamente per mostrare l’abilità degli autisti nell’alzare le coperture in tela, la storica carovana ha iniziato la discesa lungo il versante modenese, mettendo a dura prova l’abilità degli autisti: frena, sterza, cambia, piano, basta, attento, erano le parole ricorrenti, scandite dai navigatori, leggendo le note del corposo road book, che conteneva anche le notizie salienti sui luoghi attraversati, diventando una vera e propria guida da conservare.

Tante le auto che avrebbero potuto aver corso le edizioni originarie. La OM 665 Spider MM del 1927 di Gianni Morandi, stesso modello del vincitore dell’edizione del 1929 che portava pure il medesimo cognome. 

Le Lancia Lambda, reduci dai recenti festeggiamenti per il loro centenario, hanno stupito per la loro modernità, il funzionamento regolare e silenzioso.

Le Afa Romeo 1750 6C di Davide Momo e la Bugatti T37A di Luca Ciucci hanno fatto sognare i duelli tra Tazio Nuvolari e Giorgio Fagioli che, con auto analoghe, si erano sfidati novant’anni prima.

Le dimensioni, portate con eleganza regale, dalla Lancia Astura Cabriolet carrozzata Vanden Plas portata a Porretta da Domenico Callegaris ha destato la curiosità dei più giovani, che oggi collegano il marchio di Borgo San Paolo unicamente alla piccola Ypsilon.

La rarità dell’Itala 65 Sport di Ferruccio Telò ha creato diversi capannelli di osservatori che, frugando sul web, ne cercavano le origini e la storia.

Una menzione speciale va alla Contessa Elena Di Tocco che ha riportato sulle strade della Coppa Porretta, guidandola con grande maestria l’OM 465 Sport del padre Felice da poco scomparso.

Tutti gli equipaggi hanno fatto ritorno, stanchi ma felici, in Via Mazzini, dove il museo viaggiante ha trascorso la notte sorvegliato dall’occhio vigile dei custodi e prestandosi agli obiettivi dei numerosi appassionati che ne hanno fotografato i particolari più caratteristici.

Domenica mattina protagonista è stato il pubblico, che è stato chiamato a votare l’auto preferita. I tanti visitatori accorsi nella cittadina termale si sono interessati alla storia di questa gara ed incuriositi hanno tempestato di domande i collaboratori del Club ed i piloti. La vettura più votata è risultata essere l’ Alfa Romeo RL di Giovanni Brichetti, fresca di restauro e imponente con il suo caratteristico radiatore aereodinamico.

La vettura presente nel maggior numero di esemplari è stata la Balilla, che, a distanza di quasi novant’anni, si afferma ancora tra le più riconoscibili e tra le più ammirate perché “ l’aveva anche il nonno” e perché “l’ho vista nel film”

La parola maggiormente pronunciata durante questo  indimenticabile evento è stata sicuramente  “Passione” riferita a tutti i soggetti coinvolti.

GIORNATA DELL’ASSEMBLEA DEI SOCI A.M.S.

In occasione dell’annuale assemblea ordinaria dei soci, si è deciso di organizzare una giornata conviviale a Porretta Terme, durante la quale sarà possibile esporre i veicoli storici in Piazza della Libertà, riservata ad uso esclusivo dei soci. Sarà l’occasione per incontrarci, salutarci e scambiarci idee riguardo le future manifestazioni del Club.

Ore 9  –   Esposizione dei veicoli storici in Piazza della Libertà

Visita al mercatino dell’antiquariato che renderà Via Mazzini una piacevole passeggiata fino    alla rinnovata esposizione di ciclomotori nell’esposizione temporanea allestita dal Club.

Ore 11,30 ASSEMBLEA ORDINARIA DEL CLUB CON IL SEGUENTE ORDINE DEL GIORNO:

  • Relazione del Presidente del Consiglio direttivo con resoconto delle iniziative e delle attività svolte durante l’esercizio 2020 e presentazione del programma previsto per il secondo semestre 2021.
  • Esposizione del bilancio/rendiconto consuntivo economico finanziario relativo all’anno 2020 ed indicazione rispetto al programma del secondo semestre 2021.
  • Eventuali interventi o richieste di delucidazioni da parte dei soci e conseguenti repliche  da parte del consiglio direttivo.
  • Votazione 

Ore 13 –  Pranzo presso il Ristorante “Le Tre Rose” – Rufus Thomas Park

Possibilità di ammirare i murales tematici che Porretta Soul Festival inaugurerà proprio in   quel fine settimana.

Ore 15 –   Saluti e … premiazione a sorpresa

Il costo per il pranzo completo è stato concordato in Euro 25,00 a persona.

Vista la necessità di preparare l’esposizione dei veicoli e di predisporre il pranzo rispettando le normative vigenti in materia di distanziamento, si chiede di confermare l’adesione telefonando a Sauro Stefanelli (Tazio) al numero 392.6940214 entro venerdì 25 Giugno.

La stagione 2021 continua con il secondo appuntamento ufficiale AMS “La Linea Gotica e i tesori sulle rive del Santerno” dove partiremo per una splendida gita alla scoperta della storia e delle meraviglie della vicina Valle del Santerno. L’appuntamento è fissato per domenica 6 Giugno, qui di seguito il programma completo e tutte le informazioni per partecipare.

Guidando attraverso alcune delle strade più belle e divertenti dell’Appennino Emiliano raggiungeremo la cittadina di Castel del Rio (BO), dove ci aspetta il suggestivo Palazzo degli Alidosi all’interno del quale visiteremo il Museo della Guerra “Linea Gotica”.


Il Museo è nato nel 1978 da una idea del dott. Paolo Cenni e di alcuni cittadini che avviarono una raccolta di reperti e materiali bellici rinvenuti nella vallata del Santerno.

Sempre all’interno del Palazzo potremmo ammirare una temporanea sezione di particolare interesse intitolata “Dal fronte al focolare” dove sono raccolti migliaia di oggetti domestici frutto di recupero e della trasformazione di materiale bellico.

Nel pomeriggio sarà possibile visitare il Ponte degli Alidosi, che può fregiarsi dal 1897 del titolo di “Monumento Nazionale Italiano“.

Naturalmente non mancheranno i momenti conviviali, nel pieno rispetto delle vigenti normative in materia di distanziamento sociale.

Programma della manfestazione:
Domenica 6 giugno 2021

  • ore 7:45 ritrovo presso il Museo Demm ad Alto Reno Terme
  • ore 8:15 partenza per San Benedetto Val di Sambro
  • ore 9:15 breve sosta per un ristoro presso il Ristorante “Lo Stuzzichino” di San Benedetto Val di Sambro
  • ore 9:30 partenza per Castel del Rio
  • ore 11:00 visita ai Musei di Palazzo Alidosi
  • ore 13:00 pranzo presso l’Albergo Ristorante “Gallo” a pochi passi dal Palazzo Alidosi
  • ore 15:30 visita al meraviglioso Ponte degli Alidosi
  • Rientro libero

Il costo della manifestazione è di € 40,00 a persona e sarà possibile utilizzare i Buoni degli anni 2020 e 2021.

Per gli amici che dovessero raggiungerci strada facendo i punti di ritrovo sono:
– Alle ore 9:30 presso il Ristorante “Lo Stuzzichino” in via delle Rose, 3/d a San Benedetto Val di Sambro (adiacente a Bosco dei Grilli)
– Are 11:00 presso Palazzo degli Alidosi in via Montanara, 1 a Castel del Rio.

Per partecipare alla manifestazione potete iscrivervi telefonando a Sauro Stefanelli (Tazio) al numero: 392-6940214.

Vi aspettiamo Domenica 6 Giugno e nel frattempo vi ricordiamo che potete seguirci sui nostri canali social e sul sito www.amsbagnidellaporretta.it.

Dalla collaborazione con gli amici dell’Associazione SOS Terme Alte e la celeberrima azienda italiana Thun nasce un’edizione limitata (2000 pezzi) dedicata alla “nostra” Sorgente Leone.

 

Sulla pagina facebook dell’Associazione potrete trovare le informazioni per fare vostro uno degli esemplari numerati.

Plauso agli amici di SOS Terme Alte per la bellissima iniziativa ed un ringraziamento a Thun per aver dedicato un pezzo della loro collezione a un simbolo della nostra splendida cittadina.

TORNA SU